Rassegna stampa
  • Irriducibili delle serate all’aperto, dove godersi la nottata a Verona  

  • Agosto bollente, i locali aperti per ferie a Verona e provincia  

  • Facciamo colazione in centro? Una coccola dolce a Verona 6.09.'18  

  • Vela day  

  • Lo Yacht Club Verona ospite della temporary gallery Terrazza Bar al Ponte   

  • Frammenti di America’s Cup alla Terrazza Bar al Ponte  

  • I più bei dehors di Verona e dintorni per mangiare e bere all'aperto  

  • Gentleman's Chronicles  

  • Raccontami com'era  

  • Travelguide Verona  

  • Una mostra fotografica a Verona per ricordare “come eravamo”  

  • Nostalgia delle "maraje" in una mostra fotografica  

  • ​Architettura, design e arte alla “Temporary Gallery” della Terrazza bar al ponte di Verona  

  • Maraje&ceffi: storie di compagnie veronesi ‘70-'90  

  • Vespe, Hellas e amicizie di strada. "Una città più vera e meno social"  

  • "Maraje&ceffi": amarcord delle compagnie dei quartieri  

  • Terrazza bar al Ponte organizza la seconda edizione di “Maraje”...  

  • Dal 19 novembre la mostra fotografica "Maraje&ceffi": Verona e i veronesi di una volta  

  • L'Arena 12.11.2017 Maraje&ceffi  

  • Newsletter  

  • 7 posti a Verona e provincia dove mangiare (bene) con meno di 25 euro  

  • The Best Places for Aperitivo in Verona  

  • I locali preferiti dai turisti (ma che piacciono anche ai veronesi) a Verona e provincia  

  • EasyJet Traveller  

  • I locali giusti per una festa di laurea e compleanno a Verona e Provincia  

  • Maraje&ceffi - rs 8 giugno '17  

  • Dove mangiare prima e dopo l’Opera all’Arena di Verona - 31.5.'17  

  • 2-05-2017 The Top 5 Bars to drink a beer in Verona  

  • 7 locali dove mangiare all’aperto a Verona e dintorni - 2night 01-05-2017  

  • Dove portare gli amici - 11 aprile  

  • "Gli apericena dove vanno tutti a Verona"  

  • Mirror - Verona city guide - 2016  

  • 2night newsletter marzo 2017  

  • Maraje&Ceffi su L'Arena 04-01-2017  

  • Evening Standard: Things to do in Verona  

  • Libero - raccolta foto  

  • Pantheon per raccolta foto   

  • Radio Popolare 27-08-2016 - raccolta foto  

  • L'Arena 28 agosto '16 - Raccolta foto  

  • duvine.com - 11 febbraio 2016  

  • theculturetrip.com - rs 13/12/2015  

  • Descobrindo Verona  

  • Rassegna stampa musicale!  

  • Aggiornamento Tripadvisor  

  • Certificato di eccellenza 2013 by Tripadvisor  

  • 36 Hours in Verona  

  • MantovachiamaGarda aprile2013  

  • faustobiloslavo.com marzo2013  

  • CorriereVR-24.3.13  

  • Giornalepantheon-24.3.13  

  • Degustoso-24.3.13  

  • Artribune24.3.13  

  • L'Arena25.3.13 - Per sempre in guerra: uomini in armi  

  • Telearena23.3.13  

  • L'Arena24.3.13 - Per sempre in guerra: uomini in armi  

  • Telenuovo23.3.13  

  • L'Arena20.3.13 - Per sempre in guerra: uomini in armi  

  • L'Arena - Per sempre in guerra: uomini in armi - 24/3-26/5 2013  

  • Agenzia stampa Italia - Per sempre in guerra: uomini in armi - 24/3-26/5 2013  

  • Goloso&Curioso - Per sempre in guerra: uomini in armi - 24/3-26/5 2013  

  • In Verona Today - Per sempre in guerra: uomini in armi - 24/3-26/5 2013  

  • Provincia VR - Per sempre in guerra: uomini in armi - 24/3-26/5 2013  

  • 2night - Per sempre in guerra: uomini in armi - 24/3-26/5 2013  

  • Carnet - Per sempre in guerra: uomini in armi - 24/3-26/5 2013  

  • L'Arena24.3.13 - Per sempre in guerra: uomini in armi
    L'Arena

    domenica 24 marzo 2013 – SPETTACOLI – Pagina 60

    TERRAZZA AL PONTE. Fino al 26 maggio. L´inaugurazione alle 18,30

    Gli uomini, le donne e i bambini in armi sacrificati alle guerre

    Vent´anni di conflitti in ogni angolo della Terra nella mostra fotografica di sei reporter. «Il nostro lavoro è documentare, da soli non possiamo fare di più»

    Ci sono popoli che da tempo sono in guerra mentre, tra le pieghe della cronaca quotidiana, le loro storie scivolano semi dimenticate. Per ricordarle, il Terrazza bar Al ponte inaugura oggi, alle 18.30, la temporary gallery Per sempre in guerra. Uomini in armi.
    Scatti colti sul campo che tralasciano le visioni più cruente per soffermarsi sull´essenza di uomini, donne e bambini sacrificati alla volontà del dio Ares. Il curatore Sergio Rocca ha riunito il lavoro di sei reporter - Almerigo Grilz, Fausto Biloslavo, Gian Micalessin, Giuliano Koren e Franco Nerozzi - che hanno documentato i maggiori teatri di guerra degli ultimi vent´anni, dalla Beirut del 1989 alla Birmania del 2011. La mostra colpisce sia per i soggetti ritratti, dalla perduta innocenza dei soldati bambino in Uganda alla mantenuta femminilità di una guerrigliera nicaraguegna, sia per il coraggio di chi si cela dietro l´obiettivo. Le loro storie merit! ano altrettanta attenzione.
    «IL PERICOLO per chi fa questo mestiere è sempre e ovunque», racconta Gian Micalessin. «Mi sono trovato più volte sotto i bombardamenti ma il momento in cui ho avuto più paura è stato in Zaire, nell´epicentro dell´epidemia di ebola. Con l´aeroporto chiuso non avevo modo di tornare indietro. Sono riuscito a contrattare un passaggio su un piccolo aereo di contrabbandieri di diamanti». Franco Nerozzi, che a Mogadiscio è decollato sotto il fuoco dei combattenti, spiega: «Quando si è sul campo bisogna uscire dalla trappola dell´ottica delle telecamera. Talvolta sembra che le cose succedano quasi per te e non ti tocchino. Ci si sente invulnerabili». Così purtroppo non è. Entrambi i fotografi presenti hanno perso amici e colleghi.
    Per chi osserva le immagini di atti cruenti è facile domandarsi se chi le ha riprese non avrebbe potuto fare qualcosa per evitarli. A questo Micalessin risponde: «Il nostro lav! oro è documentare, da soli non possiamo cambiare gli eventi i! n corso. Non mi sento colpevole per ciò che avviene ma sicuramente segnato». Nerozzi aggiunge: «Talvolta la sola presenza delle telecamere evita che accadano i fatti peggiori ed è già qualcosa. Sul momento dobbiamo essere distaccati. I conti con i gli stati d´animo li facciamo una volta rientrati nei nostri alloggi».
    SE È VERO che un uomo solo non cambia il mondo, è vero anche che il lavoro di questi reporter aiuta a risvegliare le coscienze e nello specifico di questa mostra fornirà inoltre un aiuto diretto alla popolazione della Birmania orientale. Il ricavato della vendita delle foto esposte sarà infatti devoluto al progetto Mobile Health Clinics del Dipartimento per la salute e il welfare dell´Unione Nazionale di Karen.
    La mostra durerà fino al 26 maggio. Il Terrazza bar Al Ponte è aperto tutti i giorni dalle 9 del mattino alle 2 di notte.

    www.larena.it